COMUNICATO STAMPA 

Le rappresentanti istituzionali e le associazioni che hanno dato vita alla breve ma intensissima esperienza della Consulta femminile della città di Campobasso, in attesa che la stessa venga ricostituita, esprimono il loro rammarico per i messaggi che dal palcoscenico italiano tra i più in vista a livello internazionale, quale il Festival di Sanremo, vengono (e verranno) irresponsabilmente inviati.

Si ritiene che la direzione del Festival di Saremo abbia grandemente offeso le donne ammettendo tra i cantanti in gara anche chi, nei testi delle sue canzoni, esalta la violenza di genere ed una visione nichilista della vita.

Per non parlare del conduttore Amadeus il quale ha enfatizzato delle sue colleghe solo l’aspetto esteriore tralasciando le loro altre qualità.

Il messaggio che la Rai veicola è assolutamente negativo, diseducativo e deplorevole e viola i principi ed i valori della Costituzione e delle Convenzioni europee che, per contro, promuovono la parità di genere ed il rispetto della donna nella sua totalità.

Le firmatarie del presente comunicato auspicano che il servizio pubblico non diventi, attraverso un evento così popolare, mezzo di diffusione di una cultura sessista abdicando alla sua precipua funzione.

Giuseppina Cennamo – Consigliera di Parità della Regione Molise

Bibiana Chierchia – Consigliera Comunale (CB)

Maria Domenica D’Alessandro – Consigliera Comunale (CB)

Carla Fasolino – Consigliera Comunale (CB)

Alessandra Salvatore – Consigliera Comunale (CB)

Raffaella d’Apolito – Presidente Comitato Pari Opportunità Ordine degli Avvocati di CB

Antonella Giordano – Referente Commissione Pari Opportunità Ordine dei Medici ed Odontoiatri di CB

Maria Antonella Perrotta – Presidente Actionaid Molise

Mirella Di Donato – Presidente Fidapa BPW Italy- sezione di CB

Giuseppina Frate – Presidente VIVA Onlus

Coordinamento donne Spi- CGL e CGL Molise

Coordinamento donne CISL Abruzzo Molise

Coordinamento P.O. UIL Molise

Centro di ascolto UIL Molise    

 

Condividi: