I Presidenti e i Consigli Direttivi degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri delle Province di Campobasso e Isernia, già costituitisi in un Coordinamento regionale (C.R.O.M.M.), esprimono piena solidarietà al collega medico che, questa notte, è stato vittima di un’aggressione durante il suo turno di Guardia Medica nel Comune di Colletorto, per fortuna risoltosi senza gravi conseguenze.

Si tratta, purtroppo, dell’ennesimo episodio di violenza ai danni di operatori sanitari, di cui da tempo le cronache riferiscono, specie con riferimento al Sud Italia, che sta assumendo, ormai, carattere di preoccupante serialità anche nella nostra Regione. Non è la prima volta, infatti che episodi di aggressione si verificano nelle sedi regionali di Continuità Assistenziale e per questo l’OMCeO di Campobasso ha più volte in passato, ed anche ultimamente, sollecitato gli Organi preposti ad adottare le opportune misure di sicurezza negli ambienti di lavoro, dopo aver puntualmente individuato e segnalato le criticità delle varie sedi dislocate sul territorio.

Data l’ urgenza e la gravità della situazione, si auspica, quindi, che venga fissato senza ulteriore ritardo presso l’ ASReM l’incontro per l’individuazione delle soluzioni appropriate già appositamente convocato dalla Direzione generale della salute, con riserva, in caso di persistente inerzia, delle opportune iniziative da assumere nelle sedi competenti, a tutela della sicurezza e della dignità degli operatori del Servizio.

Il Presidente C.R.O.M.M. e Presidente OMCeO di Campobasso Dott.ssa Carolina De Vincenzo

Il Vice Presidente C.R.O.M.M. e Presidente OMCeO di Isernia Dott. Fernando Crudele

 

comunicato stampa SCA del 11 02 2019

Condividi: