Commissione Ospedale-Territorio, Reti per l’Emergenza

Verbale della riunione dell’8 maggio 2018

Componenti convocati:

Biagio Apollonio, Carolina De Vincenzo, Paolo Di Nucci, Paola Di Rocco, Nicola Fatica, Antonella Giordano, Cesare Mariotti, Pietro Modugno, Michela Musacchio, Pasquale Santoro, Giuseppina Sallustio, Laura Schiavone, Costantino Simonelli, Debora Simonetti, Bartolomeo Terzano, Sergio Torrente, Antonio Trivisonno

Componenti presenti:

Carolina De Vincenzo, Paola Di Rocco, Nicola Fatica, Antonella Giordano, Pietro Modugno, Michela Musacchio, Giuseppina Sallustio, Costantino Simonelli, Debora Simonetti, Antonio Trivisonno; il dottor Torrente ha comunicato al Presidente di non poter partecipare poiché di turno in ospedale.

Il Presidente OMCeO, referente per la Commissione, apre la seduta alle ore 18,45; informa i presenti di aver appreso dalla stampa locale che l’Ing. Sosto, attuale DG ASReM, ha ricevuto due deleghe nazionali nel Forum dei Direttori Generali, la prima di Coordinamento delle ASL del Sud Italia e la seconda nell’area “innovazione e tecnologie sanitarie”. I presenti prendono atto e considerano tali incarichi un valore aggiunto alla Sanità regionale.

Riferisce che, a seguito di accordi tra Ordini di Campobasso, Isernia e ASReM, nell’ambito di campagne educazionali, sono state elaborate e stampate due locandine per il servizio di Guardia medica e per le norme prescrittive e certificative da apporre in varie sedi, oltre che negli studi di Medicina Generale; il materiale verrà divulgato dopo comunicato stampa congiunto.

Il Presidente invita il dottor Simonelli ad avviare il lavoro della delegazione della Commissione, secondo la  proposta fatta nella riunione precedente; i presenti credono di non poter avviare gli incontri con i colleghi ospedalieri prima di qualche mese. In merito alle note prescrittive che gli specialisti non conoscono adeguatamente, sollecitano una sezione dedicata nel sito dell’Ordine, dove gli iscritti possano facilmente consultare la normativa vigente anche in ambito certificativo e prescrittivo; evidenziano che la maggior criticità che mette in crisi il lavoro quotidiano dei MMG è la lunghezza esagerata delle liste d’attesa. La dottoressa Musacchio informa che da tempo l’UO di Oncologia del Cardarelli ha richiesto senza successo l’attivazione dei PAC; chiede al Presidente di sollecitare al DG ASReM la distribuzione dei ricettari regionali in ospedale.

Il Presidente illustra un’iniziativa dell’OMCeO  di Roma, che ha istituito le “sentinelle dell’Ordine” nei luoghi di lavoro, proprio per conosce le criticità dei vari ambiti e favorire un miglior rapporto tra operatori e cittadini; pensa che tale iniziativa risponda alla visione di molti colleghi candidati alle recenti elezioni ordinistiche, che avevano auspicato un Ordine sul territorio. La dottoressa Sallustio ritiene la proposta interessante, ma i presenti non l’approvano, perché potrebbe essere male accolta nella realtà locale.

Il Presidente informa che l’OMCeO di Frosinone ha promosso e realizzato un progetto, con fondi regionali, con l’Azienda Sanitaria e la Regione per i codici bianchi e verdi in PS, con la cooperazioni di MMG affiancati dagli infermieri di PS, in locali all’interno della OU; tale progetto è stato valutato molto positivamente alle verifiche eseguite. La dott.ssa Di Rocco ne era a conoscenza e ha sollecitato il nostro Ordine a valutarne la fattibilità; ribadisce che la sua realizzazione sarebbe di ausilio nel risolvere almeno temporaneamente le criticità dovute alle scarse risorse umane. Il Presidente si farà carico di acquisire la documentazione da Frosinone e chiedere alla Direzione Generale per la Salute la disponibilità di fondi e di volontà di attuarlo, almeno in via sperimentale durante il periodo estivo, in cui la popolazione locale cresce e i PS risultano più affollati.

Il Presidente chiede un parere ai presenti sul documento aziendale, in particolare per l’organizzazione della rete dell’ictus; personalmente ha riscontrato poca chiarezza sul ruolo ricoperto, all’interno della rete, dalla struttura privata accreditata e accenni solo marginali alla rivascolarizzazione meccanica e alla necessità del radiologo interventista nel percorso di cura: la flowchart dei Pronto Soccorso a suo parere andrebbe modificata per evidenziare un percorso alternativo alla trombolisi, con la necessità di numero adeguato di radiologi interventisti, o, in alternativa, di accordi con centri extraregionali. Ritiene che debba essere sollecitata l’attivazione della stroke unit; l’Ordine potrebbe realizzare una campagna educazionale per promuovere percorsi virtuosi  nello stroke, potenzialmente utile come quella realizzata anni addietro a livello nazionale per l’infarto miocardico acuto. Segue ampia discussione: la maggioranza dei presenti ritiene che una campagna informativa potrebbe risultare al momento allarmante per i cittadini della nostra Regione, dato l’attuale vuoto assistenziale e la poca chiarezza dei percorsi. Questa, come altre iniziative nei confronti della dirigenza aziendale, potranno essere riprese appena lo scenario politico si delineerà, anche con l’eventuale nomina di un nuovo Commissario ad Acta. La dottoressa Simonetti intanto acquisirà le notizie utili dai colleghi emiliani, da tempo operativi nella rete per l’ictus.

Riprende la discussione, alla presenza dei due colleghi della Fondazione GP II, sulla diversità dei codici adottati per gli esami strumentali, con le ovvie ricadute negative sui MMG e sui pazienti, e sulle criticità evidenziate all’Ordine, da MMG e utenti, per l’accesso alle prestazioni ambulatoriali di chirurgia complessa (cosiddetta branca 80). Il Presidente informa di aver inviato, come stabilito nella precedente riunione, una nota interlocutoria alla Direzione Sanitaria delle strutture private accreditate della Provincia e di essere in attesa della risposta ufficiale; inoltrerà tutto alla Direzione Generale della Salute per chiarimenti.

La seduta è sciolta alle ore 20,45 e aggiornata alla prossima convocazione.

Il Referente della Commissione

Dott.ssa Carolina De Vincenzo        

Verbale del 8 maggio 2018

Condividi: