_zIscritti attivi e pensionati possono rivolgersi direttamente al proprio Ordine per ottenere certificazioni e informazioni. La possibilità è attiva in molte province

Gli iscritti Enpam di 68 province possono trovare nuovi servizi nelle sedi dei propri Ordini. La Fondazione ha infatti dato la possibilità agli uffici sul territorio di organizzare un vero e proprio sportello telematico per i medici e gli odontoiatri.

“Quest’iniziativa sottolinea ancora una volta la centralità degli Ordini dei medici e degli odontoiatri nella gestione dell’Enpam – dice il presidente Alberto Oliveti –.  La loro capillarità e capacità di intercettare i bisogni della categoria permette di costruire un servizio sempre più su misura degli iscritti”.

I funzionari degli Ordini sono inoltre in grado di offrire il servizio di busta arancione, cioè di fornire le ipotesi di pensione di Quota A (per tutti), di Quota B (per i liberi professionisti) e del fondo della medicina generale per medici di famiglia, pediatri di libera scelta e i convenzionati della continuità assistenziale e dell’emergenza territoriale.

Al progetto sperimentale dell’Enpam, che punta a estenderlo su tutto il territorio, hanno aderito sino ad oggi 68 Ordini (clicca qui per sapere quali sono).

Condividi: