Egregio Collega,

 in questi giorni si è costituito un gruppo di lavoro finalizzato alla verifica e alla ricerca di possibili modelli e metodiche organizzative che,lungi dall’essere impositive, possano supportare con praticità l’iscritto all’Albo provinciale per affrontare i nuovi aspetti della Professione durante e dopo l’evento emergenziale Covid. Voglio davvero ringraziare per il loro sostegno intellettuale ,per la pronta disponibilità e per l’ intenso lavoro svolto tutti i componenti della Cao provinciale e i gentili Colleghi Gianfranco Barone, Giovanna Perrella e Maria Grazia Terpolilli.

Gruppo di lavoro Covid CAO Campobasso

Modello organizzativo per gestione Pz.ti con “sospetto covid 19

Il Pz. entra nello studio accedendo presumibilmente ad uno spazio antistante la sala d’attesa. Si presume ci sia un attaccapanni sul quale appende  il soprabito.

IN QUESTO SPAZIO sarà utile inserire :

a)un contenitore di sovrascarpe monouso (tipo piscina);

b)un contenitore rifiuti per sovrascarpe usati;

c)un dispenser di gel disinfettante.

Dopo aver appeso il soprabito il Pz indossa i sovrascarpe ed entra in sala d’attesa, dove incontra eventuali persone( numero limitato al momento a un pz.in entrata e uno in uscita)dalle quali si distanzia di più di un metro.

Poi ,quando chiamato,accede ad uno “spazio neutro”-es. un corridoio o un disimpegno dal quale poter accedere alla segreteria o alle sale operative-.

IN QUESTO SPAZIO sarà utile inserire:

a)mensole da muro o mobile con mensole ;

b)buste trasparenti monouso per contenere oggetti;

c)contenitore con camici monouso non sterili;

d)contenitore con cuffiette copricapo monouso non sterili;

e)contenitore rifiuti per camici e cuffiette usate;

f)un termometro digitale a raggio;

g)un saturimetro;

h)un dispenser di gel disinfettante.

Nello spazio neutro al Pz,in via preliminare, vengono misurati e riportati in cartella i parametri( temperatura sotto i 36,8 e saturazione oltre 95). Poi,aiutato dal personale,lascia gli oggetti con cui si è accompagnato -smartphone, occhiali, chiavi, borsa ecc.-nella busta trasparente in plastica predisposta, indossa camice monouso e cuffietta monouso, strofina le mani con gel disinfettante e accede alla segreteria per azioni di ascolto e firma  oltre gli usuali consensi anche la conferma delle informazioni fornite allo studio nel triage telefonico) o direttamente alla sala operativa. Dopo essersi seduto effettua sciacquo con collutorio a base di h2o2 all’1%  o similare (la clorexidina sembra inefficace).

Al termine delle cure fa di nuovo sciacquo con disinfettante e , alzatosi dalla poltrona,ritorna nello spazio neutro dove preleva la busta contenente i propri oggetti utili ad atti amministrativi da eseguire in segreteria(pagamenti, appuntamenti successivi) . Uscito dalla segreteria,nello spazio neutro,sempre aiutato e vigilato dal personale di studio, si libera di camice e cuffietta che inserisce nel contenitore dedicato  e  si trasferisce nell’ingresso. Qui indossa il soprabito che eventualmente aveva appeso, si leva i soprascarpe che inserisce nel contenitore dedicato, si strofina le mani con gel disinfettante e abbandona lo studio.

NB è assolutamente consigliato sottoporre i PZ a triage telefonico prima di concordare appuntamento( schema figurativo 1 allegato)

NB operatori Odontoiatri e assistenti  indossano per ogni intervento camice monouso (sterile o non sterile secondo le procedure da effettuare), uno o due guanti monouso sovrapposti , schermo/visiera /occhiali(un importante ruolo è dato alle protezioni oculari,che dovranno essere a massima adesione. Gli occhiali e schermi possono essere sanificati con alcool a 70°) e mascherina idonea( ffp2/ffp3 se si produce aereosol). È consigliato l’incremento dell’ uso della diga . Particolare attenzione va riservata alla fase di svestizione e allo smaltimento dei monouso nei rifiuti speciali( segue schema figurativo 2 allegato)

NB il circuito idrico sarebbe preferibile venisse alimentato da serbatoio dedicato e l’acqua utilizzata addizionata con soluzioni adeguate(cloro, acqua ossigenata ecc.). Le consuete procedure tra pazienti implementino il pulsare acqua da tutti gli strumenti per almeno due minuti.

NB anche il personale di segreteria sarà provvisto di DPI come camice monouso(da usare per più Pz),guanti (da cambiare per pz. o operazione), mascherina chirurgica II/IIR( mantiene distanza superiore al metro) schermo facciale.

N.B.detergere frequentemente maniglie,pulsantiere,terminali POS e superfici piane e tutto ciò che venga toccato dal PZ(su cui si avrà attenta sorveglianza) con disinfettanti adeguati come alcool 70°.

N.B invitare gli accompagnatori a uscire dallo studio e tornare dopo il tempo programmato.

NB nel bagno per Pz inserire in aggiunta:

a)asciugamani elettrico;

b) sapone disinfettante;

c)copritavoletta monouso;

d)dispenser gel disinfettante;

e) schema figurativo 3(allegato)su lavaggio mani.

NB messaggio esterno all’ingresso dello studio per i corrieri chiedendo di non irrompere con urgenza ma aspettare in zona attesa.

NB fornitori e collaboratori esterni se accedono allo spazio neutro devono indossare i sovrascarpe e disinfettare le mani.

Campobasso, 01 aprile  2020

Il Presidente CAO

Domenico Coloccia

 

Triage telefonico(schema figurativo 1-A)

Triage telefonico(schema figurativo 1-B)

Svestizione (schema figurativo 2-A)

Svestizione (schema figurativo 2-B)

Svestizione(schema figurativo 2-C)

Igiene mani (schema figurativo 3)