Purtroppo viviamo ancora una situazione di grande incertezza  e, seppur non  tra quelle sospese con DPCM del 22 marzo, di fatto  la nostra attività risulta interrotta e riservata unicamente a situazioni di emergenza . Riguardo a dette emergenze, pur nel rispetto dell’autonomia decisionale di ogni singolo iscritto, faccio presente, soprattutto a me stesso, che è indispensabile valutare attentamente ogni manovra terapeutica su paziente applicando con estremo rigore le precauzioni che abitualmente adottiamo nella consapevolezza che ogni persona è potenzialmente infetta. Le caratteristiche di trasmissione di COVID-19, la sua velocità di propagazione e l’impatto che la pandemia ha avuto nelle abitudini e nel pensare comune ci impongono in questo momento precauzioni estremamente complesse e di difficile attuazione all’interno dello studio odontoiatrico normalmente attivo, anche per il difficile reperimento di DPI adeguati. Come sarà il futuro è difficile dirlo ma la ripresa sarà certamente graduale con lunghi scenari di transizione anche emotiva .Negli studi odontoiatrici dovranno essere considerati nuovi modelli organizzativi ed operativi che impieghino protocolli di prevenzione e DPI commisurati con gli eventi che stiamo vivendo. Sarebbe oltremodo opportuno che in questa fase fossimo noi stessi propositori di stringenti procedure di prevenzione e monitoraggio del rischio infettivo prima ancora che le stesse ci vengano imposte. Voglio ringraziare tutti i Colleghi che, dimostrando spirito di solidarietà, hanno donato e donano guanti, mascherine chirurgiche, schermi, visiere e occhiali protettivi a Medici e Sanitari impegnati in prima fila o a strutture di residenza per anziani. La Cao provinciale sta lavorando a tutela dei propri iscritti e io stesso, insieme ad altri Presidenti, ho indirizzato una lettera (che allego) al Presidente Enpam Alberto Oliveti per sollecitarlo ad attivare processi straordinari di assistenza alla nostra categoria in evidente affanno, poiché esclusa anche dai minimi sussidi erogati dallo Stato. In allegato vi invio inoltre link della Regione con cui la stessa informa riguardo l’accesso alla Cassa Integrazione in Deroga da far godere ai nostri dipendenti. Tanto per poter avere con i nostri Consulenti del Lavoro opportuno confronto conoscitivo. Nel ringraziarvi, per il generale atteggiamento di astensione dalla attività corrente che responsabilmente avete adottato e per il sostegno e i graditi suggerimenti che vorrete riservare a questa Cao nel comune interesse di superare questo imprevisto periodo di smarrimento e sospensione ideativa ed emotiva, voglio rivolgere a voi tutti un abbraccio e un affettuoso pensiero di colleganza e di amicizia.

https://www.ordinedeimedici.cb.it/odontoiatri/comunicazioni-albo-odontoiatri/il-prasidente-cao-omceo-campobasso-scrive-al-presidente-enpam-dott-oliveti/

http://www3.regione.molise.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/17171

Campobasso, 23 marzo 2020

 Il Presidente CAO

Domenico Coloccia

Comunicazione del Presidente CAO del 23 marzo 2020

Condividi: