Il virus è trasmesso dalla zanzara del genere Aedes Paesi con trasmissione locale confermata (dato aggiornato al 20/01/2016) Brasile, Bolivia, Barbados, Capo Verde, Colombia, El Salvador, Ecuador, Fiji, Guiana Francese, Guatemala , Haiti, Honduras, Martinique, Messico, New Caledonia, Puerto Rico, Panama, Paraguay, Samoa, Solomon Islands, Suriname, Vanuatu, Venezuela. L’elenco aggiornato delle aree affette può essere consultato alla pagina web: http://ecdc.europa.eu/en/healthtopics/zika_virus_infection/zika-outbreak/Pages/Zika-information-travellers.aspx

In caso di gravidanza, presenza di disturbi del sistema immunitario o gravi malattie croniche si consiglia di consultare il proprio medico curante prima di partire. AL VOSTRO ARRIVO IN QUESTE REGIONI In tutti i casi si prega di rispettare le raccomandazioni delle autorità locali e:
•avvalersi di misure di protezione individuale contro le punture di zanzara al chiuso e all’aperto, soprattutto dall’alba al tramonto
•in caso di gravidanza prestare particolare attenzione e rinforzare le misure di protezione individuale Per qualsiasi necessità contattare la Vostra Ambasciata o il Vostro Consolato
MALATTIA DA VIRUS ZIKA Consigli ai viaggiatori internazionali diretti o provenienti dai Paesi affetti
Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria
AL VOSTRO RITORNO IN ITALIA se nei 21 giorni che seguono il Vostro ritorno si dovessero presentare sintomi compatibili con la malattia da virus Zika quali: febbricola, dolori articolari e muscolari, eruzioni cutanee, congiuntivite a scopo precauzionale contattate il vostro medico di fiducia riferendo del vostro recente viaggio Le donne in gravidanza che hanno viaggiato in aree in cui è stata riportata trasmissione locale del virus Zika, devono dar notizia del loro viaggio durante le visite prenatali al fine di essere valutate e monitorate in modo appropriato. Aggiornamenti e FAQ disponibili alla pagina web http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=237&area=Malattie_trasmesse_da_vettori

Ministero della Salute: www.salute.gov.it

Condividi: