Premio per la migliore tesi elaborata ai due neo laureati in Medicina e Chirurgia Giacomo Di Lullo (OMCeO Isernia) e a Tommaso Simone (OMCeO Campobasso), che si sono aggiudicati i due riconoscimenti in denaro, dell’importo di 500 euro l’uno, messi a disposizione dal Comune di Civitanova del Sannio in occasione della Giornata Cardarelliana 2021.

L’evento scientifico dedicato all’illustre medico molisano Antonio Cardarelli, originario proprio del paese alto molisano, si è tenuto sabato 25 settembre ed ha visto la presenza di molti colleghi, come relatori e come pubblico partecipante. I vincitori (due perché causa Covid le tesi sono relative agli ultimi due anni di laurea) sono stati premiati dai presidenti degli Omceo di Campobasso e Isernia, Giuseppe De Gregorio e Fernando Crudele, e dal sindaco di Civitanova, Roberta Ciampittiello.

Hanno fatto gli onori di casa i presidenti Gennaro Barone e Sergio Tartaglione, che hanno delineato i tratti familiari e professionali del Cardarelli, eccellenza del mondo medico, figura di grande spessore umano, scientifico e anche politico che ha dato tanto sia alla sua terra di origine sia al resto d’Italia.

Promossa dagli Ordini dei medici di Isernia e Campobasso in collaborazione con il Comune di Civitanova del Sannio, questa edizione ha avuto come tema centrale l’ipertensione arteriosa, argomento trattato sotto i diversi aspetti da numerosi esperti intervenuti.  Responsabile scientifico dell’evento era Maurizio Gasperi.

Nella prima sessione, moderata da Silvio Garofalo e Gennaro Barone, Italo Testa e Erberto Melaragno hanno messo in luce alcuni aspetti della vita personale e professionale di Cardarelli. Domenico Gattozzi e Carlo Pedicino hanno poi affrontato i temi di prevenzione e terapia farmacologica oggi.

Moderata da Carolina De Vincenzo e Maurizio Gasperi, la seconda parte ha visto l’intervento di Pina Sallustio su ipertensione e imaging; Giuseppe Di Cienzo ha parlato di ipertensione e reni, Angela Rita Colavita  di ipertensione e cuore.

 

Condividi: