Non avevo mai avuto modo di conoscere personalmente Gino Strada, ma forse non ce ne sarebbe stato bisogno, tanto grandi erano la fama che lo precedeva e l’aura che lo accompagnava, assieme a quella sensazione che ti fa sembrare familiare e fraterno uno sconosciuto.

Personaggio singolare, per cercare di descrivere il quale gli aggettivi sono infiniti e comunque riduttivi: tenace, pugnace, ruvido, scomodo; Gino Strada non le mandava certo a dire e mai si è girato dall’altra parte, soprattutto nei confronti dell’establishment e dei poteri forti. Insomma un esempio di impegno e dedizione verso i più deboli senza confini.

Per questo e per mille altri motivi siamo qui, oggi, a rendere omaggio all’uomo e al collega che ha nobilitato la professione medica e l’essere medico nel migliore dei modi, con la certezza che il suo nome rimarrà per sempre nella memoria di tutti gli Italiani.

Giunga alla famiglia, e a tutti i colleghi di Emergency, il cordoglio dei colleghi dell’OMCeO di Campobasso

Il Presidente

Giuseppe De Gregorio

Condividi: