Sull’intolleranza al lattosio giunge una richiesta di supporto dall’ AILI, l’Associazione Italiana Latto-Intolleranti Aps nata nel 2013 e riferimento nazionale per gli intolleranti al lattosio. L’associazione si occupa di divulgazione e sensibilizzazione in merito alla condizione di intolleranza al lattosio e tutto ciò che ne correla basandosi su evidenza scientifica. “Stiamo conducendo un progetto di ricerca con il corso di laurea magistrale di Scienze della Nutrizione Umana dell’Università di Pisa – spiega Maria Sole Facioni, presidente e fondatore AILI – Un progetto finalizzato a valutare l’impatto sociale ed economico che una diagnosi tardiva di intolleranza al lattosio può avere sui pazienti latto-intolleranti e chiediamo la collaborazione dei medici attraverso la somministrazione di un questionario”.

La prima parte dello studio prevede la somministrazione di due questionari diretti a:

  1. Persone latto-intolleranti: volto a capire quanto questa condizione gravi sia sul versante economico che su quello psico-sociale
  2. Medici (di medicina generale, pediatri, gastroenterologi, allergologi e specialisti in scienza dell’alimentazione) e Professionisti della nutrizione(nutrizionisti e dietisti): volto a capire come il Medico si approccia al paziente con sospetto di intolleranza al lattosio, in relazione alla eventuale prescrizione di esami diagnostici e a garantirgli una continuità di assistenza.
    Di seguito il link diretto rivolto a quest’ultimo questionario: https://forms.gle/q2sTuK8LLavqstLU7

Contatti Associazione Italiana Latto-Intolleranti Aps

presidente@associazioneaili.itwww.associazioneaili.it

 

Referti e certificati medici: obbligo di firma e identificazione del prescrittore, comunicazione del Presidente

Clicca sull'immagine per leggere il contenuto